Intervista a Cinzia di Martino


cinzia di martino

Il femminile nel web

Intervista a cura di Anna Fata

D: Chi è Cinzia Di Martino?

 R: È una laureata in informatica che si è stancata di scrivere seguendo il sistema binario e ha voluto provare a tradurre e raccontare alle persone.

È (da sempre) un’appassionata della psicologia umana e della persuasione …continua a leggere ..

Annunci

La cura di sè ..


20121022-foto-giorno-francesco-buontempi

Sono sempre più convinta
che sia importante dedicarsi alla cura di sè,
del corpo, della mente, dell’anima,
quando stiamo bene.
Quando stiamo male,
ancor più nel corpo,
possiamo non avere la forza
nè la lucidità per farlo.
Invece,
è proprio quando si alza la tempesta
che il marinaio fa’ tesoro della sua esperienza,
degli strumenti e delle tecniche
per fronteggiarla ..
‪#‎ilcoachingolistico‬

(fonte immagine, di Francesco Bont Buontempi, http://www.senigallianotizie.it/…/image/22102012-mare-in-te…)

Alla ricerca del Femminile e del Maschile ..


IdentitAgnese

“Dove è finito il ‪#‎femminile‬?”
Questa è una delle domande più ricorrenti
che sento porre dai numerosi amici, clienti, pazienti uomini
che animano il mio studio.
Dal loro osservatorio,
posso osservare un femminile contratto, chiuso, inacidito, inaridito,
che ha perso il suo naturale potere di calore, amorevolezza, dolcezza, accoglienza, apertura (e non stiamo parlando di ‘spirito da crocerossina’, che rappresenta una ulteriore distorsione..), ma quell’assenza di non giudizio, che accoglie, accetta, che dona, e che si dona, in uno scambio continuo e fluido.
Rabbia, chiusura, vendetta, gelosia,
che alla base nasconde paure, insicurezze, incertezze, confusione,
in una pretesa di rivendicare autonomia, libertà, indipendenza ..
Almeno all’apparenza.
Sotto, il vuoto .. il bisogno …
Se solo fossimo in grado di osservare questo,
riconoscerlo, accoglierlo, accettarlo,
saremmo già più che a metà strada ..
D’altra parte,
parlare del femminile non equivale – attenzione – a dire donna.
Esiste il femminile anche nell’uomo.
Quindi, prima di puntare il dito,
dovremmo guardare dentro di noi,
come allo specchio,
e chiederci, tutti, indiscriminatamente,
“Dove è finito il mio femminile?”.
E da lì,
sorge l’ulteriore domanda,
che va di pari passo con la precedente:
“Dove è finito il mio ‪#‎maschile‬?”.
Non c’è l’uno senza l’altro.
Uomini, donne, senza distinzioni di sorta …
‪#‎ilcoachingolistico‬
(fonte foto: http://www.geagea.com/59indi/59_01.htm)

Università del Volontariato LUVIS


logo-base

Volentieri ricevo e divulgo.
Con Sebastiano Arena, Luvis Università del Volontariato, Erba Sacra.
*************************************
UNIVERSITA’ DEL VOLONTARIATO LUVIS

Cari amici,
siamo lieti di comunicare che da questo mese è operativa LUVIS, Libera Università del Volontariato e dell’Impresa sociale, realizzata da Erba Sacra e dedicata alla formazione delle Associazioni di Volontariato e dei singoli volontari.
L’importanza della formazione nel mondo del volontariato è evidente. A motivo della sua gratuità e del suo fine solidale, per lungo tempo il volontariato è stato interpretato come un mondo bisognoso solo della generosità e del tempo di chi voleva occuparsene.
Ma evidentemente questo approccio è fallimentare: c’è bisogno si di volontari che generosamente mettono a disposizione energie tempo e risorse, ma c’è soprattutto necessità di volontari che abbiano le competenze richieste dalla realtà specifica in cui operano, di volontari che abbiano anche un supporto per la loro personale crescita e di associazioni che siano gestite con le necessarie conoscenze di marketing, amministrative e organizzative.
A costoro Erba Sacra mette a disposizione le sue competenze nel campo della formazione con l’Università del Volontariato LUVIS.
Per LUVIS è stato sviluppato il sito internet

http://www.uniluvis.it,

dove è possibile leggere lo Statuto, l’organizzazione, gli obiettivi e la proposta formativa che si articola in corsi frontali e corsi online erogati tramite piattaforma telematica Moodle. Le associazioni di volontariato che lo desiderano possono collaborare proponendo corsi specifici per i volontari del loro settore; sono anche gradite collaborazioni di docenti, studenti, volontari che possono contribuire ad arricchire e sviluppare l’offerta formativa e a sostenere le attività organizzative e gestionali.

Tra le proposte formative è di particolare rilevanza la Scuola di Coaching Olistico diretta dalla Dott.ssa Anna Fata.

Le informazioni sul programma e le modalità di frequenza del corso sono nel sito

http://www.uniluvis.it.

I costi di struttura e di gestione di LUVIS sono sostenuti da Erba Sacra che dedica alle attività di volontariato quanto ricevuto con il 5×1000.

INFORMAZIONI

346.2179491
e-mail: luvis@erbasacra.com

Un caro saluto