25 Aprile: Riflessioni ..


25-aprile-bandiera-italiana520

Cari Amici,

lungi da me entrare in ideologie politiche, storiche, e affini,
ma non posso fare a meno di sottolineare alcuni punti, che reputo importanti,
in merito al trascorso 25 Aprile, anche alla luce di alcuni commenti svalutanti che ho letto e che mi hanno lasciata non poco perplessa.

Premetto che:
– le guerre alimentano solo guerre
– solo la pace porta la pace
– la pace nasce e si coltiva prima di tutto dentro ciascuno di noi
– la pace è la nostra responsabilità primaria individuale
– le circostanze non solo le creano coloro che vivono il presente, ma sono frutto anche di una eredità passata,

dunque:
– la storia va conosciuta
– la storia va rispettata
– sulla storia si deve riflettere: siamo sicuro che noi che puntiamo il dito avremmo fatto meglio (o stiamo facendo ..) dei nostri nonni?

ma soprattutto, al di là di ciò… credo che valga la pena ricordare OGNI GIORNO
che quello che possiamo SCRIVERE oggi LIBERAMENTE sui social, blog e media vari, è anche frutto di una possibilità che ci è stata DONATA dai nostri avi.

Spesso non ci rendiamo conto del valore delle cose che non abbiamo conquistato in prima persona. Dovremmo avere più rispetto. (e questo non vuol dire necessariamente condividere i mezzi con cui ciò è stato ottenuto: ripeto, la storia va conosciuta, onorata, compresa a 360° per fare meglio OGGI).

Annunci

Sugli affetti ..


famiglia_genitori_unioni-civili

Auspico un futuro, e ancor più un presente
di educazione agli affetti e alle relazioni per tutte le relazioni,
in modo congiunto da parte di tutte le istituzioni, famiglia, scuola, Chiesa, professionisti del sociale.
Noi siamo figli dell’epoca del divorzio,
ma non siamo stati educati all’uso responsabile e consapevole di tale strumento.
Tra chi entra in una relazione con “l’impegno al disimpegno” e chi preferisce a priori non impegnarsi, nel mezzo infinite possibilità, alcune delle quali di successo e soddisfacenti, anche se sempre poche e come eccezioni.
Non possiamo mettere da parte una sfera così preziosa della vita,
ma è nostro dovere morale viverla con consapevolezza, impegno, responsabilità
e fungere da modello, prima ancora nei fatti, che con le parole, a chi ci sta osservando ..

Superare la paura ..


SEMINA~1

In realtà, non abbiamo paura dell’ignoto, per il semplice motivo che la mente può temere solo ciò che già conosce.
Ciò di cui abbiamo veramente paura è di perdere quel che abbiamo, il noto, il familiare.
Questo è il frutto dell’accumulo.
Accumuliamo perché fatichiamo a stare con l’essenza della nostra vera natura, che è il vuoto.