Il valore dell’Essere ..


Presence2

Spesso nella vita
ci affanniamo
a fare,
dare,
dimostrare,
e magari alla lunga
finiamo col rinfacciarlo
a chi ci sta attorno.
Quando, invece,
potremmo
semplicemente
Essere
.. ed Esserci!
Il Dono di Noi stessi
è il mio grande,
il più prezioso,
il più inestimabile
e irripetibile
che potremmo offrire.
Ma, spesso,
ne sottovalutiamo la portata,
o ne abbiamo paura,

Sul denaro ..


Anche se, praticamente da sempre opero in contesti di volontariato, gratuità, scambio, collaborazione, non sono ipocrita.
Ritengo che, in questa società, così come è strutturata,
il denaro sia una forma convenzionale di scambio e di ottenimento
di quel che si necessita.
E’ una forma di energia, e come tale neutra, che va lasciata scorrere
in ogni luogo, situazione, contesto.
Finché, utopisticamente, forse, non saremo liberi da dinamiche egoistiche, di paura, di possesso, il denaro ‘serve’, come strumento. E come tale, siamo chiamati a farne buon uso. Per noi, e per il nostro prossimo ..

Agl’incontri ..


. a quelle giornate che, nella loro semplicità,
appaiono così ricche, piene vitali.
Alle nuove persone che la vita mi sta donando d’incontrare,
a quelle che posso reincontrare,
a quelle che se ne sono andate,
a quelle che torneranno,
a quelle che non rivedrò più.
Da tutto e da tutti ho avuto tanto da imparare.
E a tutto e a tutti desidero mettere in comune ciò di cui dispongo ..

Dare, avere, avere, dare ..


Anni fa, il fondatore di Secondamano disse:
“Per ogni persona che vuole vendere qualcosa,
ce n’è almeno una disposta ad acquistarla.
Tutto sta a farle incontrare”.
Oggi potremmo dire:
“Per ogni persona disposta a donare qualcosa,
ce n’è almeno una disposta a riceverla.
Tutto sta a farle incontrare..”.

Sulla beneficenza ..


Un gesto di beneficenza è alla portata di tutti.
Non implica necessariamente un esborso economico.
Nasce, cresce, si alimenta nel cuore.
Si declina in un gesto, un oggetto, o anche solo nel semplice silenzio e nella mera presenza.
Non costa alcunché, ma nutre alquanto, da ambo le parti.
Non è da elogiare, ma da vivere nel segreto del proprio intimo.