Sull’attualità del marketing spirituale ..


Kotler_value_based_marketing_3.0_world

Grazie ad uno stimolo di riflessione, uno dei tanti, peraltro,
lanciato sabato da Claudio Gagliardini,
sono stata contattata da tante persone interessate
ad approfondire la questione del “marketing spirituale”.

Di esso già parla da tempo P.Kotler, che identifica la sua nascita circa nel 2007.

Dal mio modestissimo punto di vista, ci siamo dentro, eccome.
Lo si vede sempre più di frequente, palpabile, concreto,
in nuovi stili di vita che molti di noi adottano.

E lo fanno perché lo sentono, si sentono rappresentati, nel profondo.

Rispetto di sè, del prossimo, della terra,
dei vecchi valori, che ancora oggi sono molto attuali,
ma anche apertura al nuovo, e all’allargamento dello sguardo,
al travalicare i ristretti confini, mentali e fisici in cui troppo spesso ci confiniamo.

E ancora: collaborazione, cooperazione, scambio, sinergia, solidarietà.

Mastercard.. fino a un certo punto!
Non solo tutto non si compra – anzi, forse ci stiamo rendendo conto
che ciò che vale di più per noi, tolto il minimo indispensabile per la stretta, dignitosa sopravvivenza, non si compra, in nessun modo, in nessun luogo – ma anche quando spediamo i soldi vogliamo, pretendiamo sapere tutto di dove andranno a finire, cosa andranno a finanziare, dove nasce il prodotto/servizio.

Ultimo non ultimo,
il marketing spirituale è ancora più evidente nei professionisti, nei venditori, non solo nel top management, perché si vive, si incarna, si sente fin nelle midolla.

Non si può più fingere:
siamo chiamati ad essere veramente fino in fondo quello che la nostra Natura più profonda ci evoca.

E dirò di più: questa Natura è ciò che ci accomuna,
e questo favorisce l’identificazione, il riconoscimento, l’empatia,
lo scambio, la collaborazione, che diventano azioni sempre più naturali e fisiologiche.

Nessun più sforzo di Essere e Fare quel che si è e si fa’,
perché scaturiscono in modo del tutto sano e autentico.

E allontanarsi dalle propria natura creerebbe disagio in noi, negli altri, nella società.

E per troppo tempo lo abbiamo fatto.

Coi risultati che stiamo vivendo.

Una nuova epoca è GIA’ in corso,
molti di noi la stanno già incarnando.

Personalmente mi sento positiva e ottimista.
E’ il nostro presente e il nostro futuro.
Perché ci riguarda in prima persona.

‪#‎ilcoachingolistico‬

(fonte immagine: http://www.brandmill.com/…/marketing-3-0-kotler-value-base…/)

Annunci